Polizze moto: come funzionano e quanto costano

Le polizze moto sono molto simili alle classiche polizze RCA e sono le più diffuse nel nostro Paese. In quest’articolo vedremo come funzionano, quanto costano e come scegliere l’assicurazione per la moto più adatta alle proprie esigenze.

Polizze moto: come funzionano

Le polizze moto cosi come le polizze RC Auto, sono obbligatorie e servono per risarcire eventuali danni fisici o materiale, che l’assicurato potrebbe arrecare a persone o cose durante la circolazione con il proprio mezzo a due ruote.

La RC moto da la possibilità di sospendere il contratto di assicurazione per un determinato periodo, per esempio nei periodi invernali, quando la moto viene riposta in garage e non utilizzata per circolare.

Come le polizze RCA temporanee anche le polizze moto posso essere richieste per un periodo limitato.

Come per le assicurazioni delle auto anche le RC moto sono soggette alla formula Bonus Malus, che offre la possibilità ai motociclisti che non causano incidenti di scendere di livello e quindi pagare meno.

Quando si sceglie una polizza moto è molto importante controllare bene il massimale, si tratta di un parametro che indica la cifra massima che l’assicurazione pagherà. Per i mezzi a due ruote il massimale minimo è di 500mila euro per danni a cose e 2,5milioni di euro per danni causati a persone. Più alto è il massimale più il premio assicurativo sarà maggiore.

Altri fattori che incidono sul costo dell’assicurazione sono:

Conclusioni

Le polizze moto possono essere molto care, è importante fare più preventivi possibili e confrontare le varie offerte. In genere con le polizze online si tende a risparmiare un po’, non c’è nessuna differenza rispetto alle altre compagnie assicurative, semplicemente le assicurazioni online riescono a fare offerte più vantaggiose perché hanno costi di gestione molto più bassi rispetto agli altri.

Polizze moto: come funzionano e quanto costano ultima modifica: 2017-05-25T00:50:28+00:00 da MondoAssicurazione
CONDIVIDI