Assicurazione cointestata

L’assicurazione auto cointestata conviene? Questa è uno dei dubbi più diffusi tra gli automobilisti italiani. La risposta non è affatto semplice, infatti dipende molto da caso a caso, l’assicurazione cointestata può essere vantaggiosa per certi versi, ma molto penalizzante per altri.

Andiamo dunque con ordine e cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Generalmente un mezzo può essere cointestato per due motivi:

  • Perché è stato acquistato da più soggetti
  • Perché è il risultato di una successione ereditaria

In entrambi i casi la regolamentazione delle assicurazioni cointestate non è molto chiara, le leggi attuali non prendo in considerazione questa possibilità, anche se piuttosto frequente, la confusione aumenta anche per via delle compagnie assicurative, che gestiscono la situazione ognuna in maniera diversa.

Assicurazione auto cointestata: come funziona

Fino a qualche anno fa era possibile cointestare un’auto e stipulare la polizza RCA prendendo in considerazione solo uno dei cointestatari. Oggi non è più cosi, l’assicurazione prende in considerazione tutti i cointestatari, calcolando il costo del premio assicurativo in base ai parametri più penalizzanti dei vari soggetti: età, classe di merito, residenza, sinistri ecc.

Se per esempio la vettura è cointestata tra due soggetti: una persona di 35 anni, che non ha mai avuto sinistri e si trova in prima classe CU ed un neopatentato di 18 anni che si trova nella 14esima classe di merito, il premio assicurativo prenderà in considerazione solo il soggetto più a rischio, in questo caso il neopatentato, quindi si avrà un premio assicurativo abbastanza alto.

Questo perché le compagnie assicurative non sono disposte a prendere rischi, quando c’è di mezzo un’alta possibilità di sinistri, come nel caso dei neopatentati.

Come risparmiare senza assicurazione cointestata?

Come abbiamo visto sopra, cointestare l’assicurazione auto non è conveniente, esistono infatti altri modi per risparmiare sulla polizza RC auto, per esempio la Legge Bersani, che permette di ereditare la classe di merito di un membro della famiglia.

Per ottenere le agevolazioni della Legge Bersani, non c’è assolutamente bisogno di cointestare l’auto, i requisiti fondamentali per ereditare la classe di merito sono due:

  • Bisogna fare parte dello stesso stato di famiglia
  • La polizza deve essere stipulata per la stessa tipologia di veicolo (auto-auto o moto-moto)
Assicurazione cointestata ultima modifica: 2017-09-15T13:12:34+00:00 da MondoAssicurazione
CONDIVIDI