Cosa fare in caso d’incidente all’estero con macchina italiana

Gli italiani all’estero sono tanti, infatti le persone che varcano i confini nazionali, sia per lavoro che per piacere negli ultimi anni sono aumentati drasticamente. Spesso gli italiani che decidono di uscire fuori dall’Italia utilizzano la propria auto, percorrendo giornalmente tanti chilometri, e si sa, più si sta sulla strada, più è facile essere coinvolti in un sinistro.

Se in caso d’incidente all’interno dei confini italiani sappiamo bene come comportarci, non si può dire la stessa cosa nel caso in cui l’incidente capiti all’estero.

In quest’articolo cercheremo di spiegare al meglio cosa fare in caso d’incidente all’estero con macchina italiana.

La prima domanda fa farsi è: l’assicurazione che stipuliamo in Italia è valida anche all’estero?

La risposta è sì, la polizza RCA che stipuliamo in Italia è valida in tutti i Paesi della carta verde, quindi in tutta l’Unione Europea e in Albania, Andorra, Bielorussia, Bosnia, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldova, Serbia, Montenegro, Tunisia, Turchia e Ucraina. Nel caso in cui abbiamo la necessità di viaggiare con la nostra auto in un paese diverso da questo, è necessario stipulare una nuova polizza con una compagnia locale.

Come comportarsi in caso d’incidente all’estero con auto italiana

La prima cosa da fare in caso d’incidente all’estero, è prendere il numero di targa dell’altro veicolo coinvolto, successivamente sarà necessario compilare il modulo di costatazione amichevole, che in genere è simile in tutti i Paesi. In fine bisognerà inviare tutta la documentazione alla CONSAP, che a sua volta risalirà alla compagnia assicurativa della controparte e individuerà il mandatario.

Che cos’è il mandatario assicurativo

In base alla normativa comunitaria, tutte le compagnie assicurative che non hanno la sede legale in un determinato Paese, devo obbligatoriamente nominare un rappresentante chiamato mandatario. Quest’ultimo diventerà il nostro referente dell’assicurazione della controparte.

È comunque possibile evitare la mediazione del mandatario, rivolgendoci direttamente alla compagnia assicurativa.

Risarcimento di un incidente all’estero con auto italiana

Dopo aver inviato la richiesta di risarcimento, la compagnia assicurativa o il mandatario avranno tre mesi di tempo per proporci un’offerta di risarcimento o per indicare i motivi per il quale non intendono risarcirci. Nel caso in cui le cose non vadano come speravamo possiamo sempre rivolerci alla CONSAP.

Cosa fare in caso d’incidente all’estero con macchina italiana ultima modifica: 2017-09-12T16:06:34+00:00 da MondoAssicurazione
CONDIVIDI