Come calcolare il risarcimento dei danni

Quando si viene coinvolti in un incidente stradale, con molta probabilità si ha la possibilità di subire dei danni più o meno gravi. A volte a venire danneggiati sono solo le cose, ma può capitare che il danno lo subisca anche la persona coinvolta. In quest’ultimo caso i danni riportati durante l’incidente possono essere lievi o in altri casi portare ad un’invalidità permanente o peggio ancora alla morte. Per il calcolo del risarcimento dei danni da incidente stradale esistono delle procedure standard per quanto riguarda i danni alle cose, mentre per i danni alle persone da un po’ di tempo le cose sono cambiate.

Ecco come calcolare il risarcimento dei danni causati da un’incidente stradale

Se l’incidente stradale ha causato danni soltanto alla vettura, per calcolare il risarcimento basta portare l’auto da un carrozziere ed un meccanico per far valutare i danni e fare un preventivo per la riparazione.

Il preventivo successivamente dovrà essere inviato alla compagnia assicurativa, che a sua volta incaricherà un perito. Quest’ultimo si recherà presso l’officina per verificare che i danni denunciati nel preventivo, a quel punto calcolerà il risarcimento, prendendo in considerazione i costi dei ricambi e la manodopera tramite delle specifiche tabelle utilizzate dalle compagnie assicurative.

Per quanto riguarda i danni alle persone il discorso è diverso è più complesso.

Fino a qualche tempo fa per calcolare il risarcimento in caso di danni alle persone, si faceva riferimento a delle tabelle che ogni compagnia assicurativa metteva a disposizione dei medici che refertavano i danni. Queste tabelle però erano molto variabili tra di loro di conseguenza il risarcimento per i medesimi danni variava in base alla compagnia assicurativa.

Se i danneggiati si rivolgevano al tribunale per aprire una controversia contro l’assicurazione, i Giudici decidevano a loro discrezione il risarcimento, creando così ancora una più grande difformità.

Per evitare tutto ciò, la Corte di Cassazione ha sentenziato per delle tabelle uniche, chiamate Tabelle di Milano. Tutte le compagnie assicurative italiane dovranno prendere in considerazione queste tabelle per calcolare il risarcimento in caso di danni alla persone, in questo modo non si avrà più nessuna difformità.

Come calcolare il risarcimento dei danni ultima modifica: 2017-08-07T08:11:06+00:00 da MondoAssicurazione
CONDIVIDI